Scopello è uno degli angoli più incantevoli e seducenti della Sicilia, uno scorcio di mare che si colora di blu cobalto, sfiorando intense tonalità di turchese, verde ed azzurro. Abitato sin dall’età ellenistica, il piccolo borgo marinaro che nasce di fronte a questo tratto di costa conta poco più di un centinaio di abitanti, ma in estate diventa una esclusiva destinazione turistica che accoglie visitatori da ogni angolo d’Europa. Scopello deve il suo nome ai coloni greci che lo battezzarono “scopelos”, cioè scoglio.

Scopello tonnara

Arrivati a Scopello potrete iniziare un percorso che vi accompagnerà tra storia, cultura e paesaggi naturali sorprendenti. Sarete abbagliati dalla bellezza dei faraglioni ricoperti di fichi d’india, dalle rocce e dalle lingue di sabbia e ciottoli che vi circonderanno.

Scopello faraglioni

Gli appassinonati di diving potranno immergersi in un mondo sottomarino pullulante di vita e scoprire una suggestiva grotta sottomarina, chiamata Cala Rossa. Potrete ammirare una delle più importanti e antiche tonnare siciliane, risalente al tredicesimo secolo, e visitare le botteghe degli artigiani che lavorano la ceramica e gli antichi forni che offrono il caratteristico “pani cunzatu”.

Scopello

Le strutture d’epoca normanna contribuiscono, infine, a rendere la località unica ed irripetibile, con le torri di segnalazione che dominano le vette delle scogliere, e l’antico baglio, una fattoria fortificata nata sulle colline attorno a Scopello. Una località da non lasciarsi sfuggire, anche solo per una breve sosta.

Scopello baglio

VISUALE PANORAMICA